Resoconto di Brand @ Work VI

Sabato 3 dicembre, nel suggestivo quartiere di Testaccio a Roma, presso l’aula magna dell’Istituto Europeo di Design, ha avuto luogo Brand @ Work VI, evento conclusivo della sesta edizione del Master IED in Brand Management.

La mattinata, moderata da Vincenzo Bernabei, uno dei coordinatori del master, si è aperta con un’introduzione dell’altra coordinatrice, Alessandra Colucci. La docente ha posto particolare attenzione sull’obiettivo primario del master, formare professionisti consapevoli della funzione principale che una buona comunicazione e veicolazione del brand svolgono per il successo di un business, con particolare riferimento agli aspetti metodologici.

La parola è stata successivamente presa dagli studenti, che hanno esposto i progetti commissionati dalle aziende CBC – Conservazione Beni Culturali e Gambero Rosso. I project work presentati sono stati:

Piano di branding per CBC – Conservazione Beni Culturali

Gaio Ferzi, Beatrice Longarini, Arianna Spelonga e Vincenzo Sportelli hanno sviluppato un piano strategico finalizzato a migliorare la comunicazione online e offline del brand conferendole un mood dinamico e coinvolgente. Il lavoro suggeriva un restyling grafico, l’ideazione di progetti che valorizzino la responsabilità sociale dell’azienda, la creazione di nuovi spazi social ed eventi che favoriscano lo sviluppo del network.

Piano di branding per la Gambero Rosso Academy

Giulia Drazza, Francesca Florio, Francesca Santori e Benedetta Stazzoni si sono occupate dell’elaborazione di uno strategic plan al fine di valorizzare la presenza online del brand, con particolare attenzione alla realtà dell’Academy.
Le strategie proposte miravano a un restyling grafico della comunicazione web teso al miglioramento della user experience, lo sviluppo di diversi format-evento e progetti volti all’incremento di partnership con altre realtà.

La conclusione della mattinata è stata affidata agli interventi delle rappresentanti dei due brand, Maria Grazia Chilosi, Sabina Vedovello, Roberta Balducci, Laura Vagaggini, Doretta Mazzeschi, Marinella Miano, Giovanna Martellotti e Marco Santancini per CBC ed Ennio Esposito per Gambero Rosso.
L’evento è terminato con un momento leisure dove invitati, docenti e studenti hanno potuto degustare un piacevole buffet offerto dalla scuola.

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > 06 70612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni

3 dicembre: Brand @ Work VI [presentazione project work]

Il prossimo 3 dicembre, dalle 10:30, nella cornice dell’Aula Magna della sede IED Testaccio [via Giovanni Branca, 122], gli studenti della VI edizione del Master IED in Brand Management presenteranno Brand @ Work VI e i project work sviluppati sulla base delle case histories loro assegnate.

Brand @ Work VIIl brand incarna fattori tangibili e intangibili, è espressione di una moltitudine di significati e concetti attraverso i quali le imprese si interconnettono con il proprio target e il Brand Manager è colui che si occupa di predisporre una serie di strategie che permettano all’azienda di esprimere al meglio il proprio grado di differenziazione rispetto ai competitor.

La volontà di gestire e comunicare al meglio il brand è alla base dei progetti svolti durante l’anno. Partendo da un’accurata analisi dei case studies si è arrivati all’elaborazione di piani strategici, che saranno esposti in sede d’evento.

Gli studenti, divisi in due team, si sono occupati di sviluppare un piano di branding per CBC – Conservazione Beni Culturali, cooperativa romana operante nel settore del restauro, e per Gambero Rosso, con un focus dedicato alla propria area formativa, la Gambero Rosso Academy.

PROGRAMMA

Ore 10:30: accoglienza e benvenuto di Nerina Di Nunzio, direttore IED Roma e Federico De Cesare Viola, responsabile scuola master IED Roma
Ore 11:00: introduzione di Alessandra Colucci, coordinatrice del Master IED in Brand Management

Presentazione dei Project Work:

Piano di branding per CBC – Conservazione Beni Culturali
A cura di Gaio Ferzi, Beatrice Longarini, Arianna Spelonga e Vincenzo Sportelli

Piano di branding per la Gambero Rosso Academy
A cura di Giulia Drazza, Francesca Florio, Francesca Santori e Benedetta Stazzoni

Modera l’incontro Vincenzo Bernabei, coordinatore del Master IED in Brand Management.
Al termine della presentazione, si invitano gli ospiti a degustare dei finger food.
Brand @ Work VI potrà essere seguito anche su Twitter, tramite l’hashtag #BW6.

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > 06 70612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni

L’Hootsuite Certification di nuovo parte del programma del Master IED in Brand Management

Il Master IED in Brand Management, anche per la sesta edizione partita il 18 Marzo, ha l’opportunità di pregiarsi di una partnership d’eccezione con Hootsuite.

L’accordo tra IED e HOOTSUITE per la certificazione: un unicum in Italia

HootsuiteGrazie all’accordo con la più diffusa piattaforma di gestione della relazione sui canali social al mondo, per gli studenti del Master IED in Brand Management è stato creato un modulo all’interno del corso intensivo di social media management tenuto da Enrico Giubertoni [Hootsuite Ambassador] che li guiderà sino all’ottenimento della Hootsuite Certification e all’inserimento nella Hootsuite Certified Professionals Directory.

Durante il modulo sono approfondite le dinamiche e l’uso degli strumenti di social networking e in modo particolare il monitoraggio in tempo reale delle conversazioni su brand e prodotti utilizzando strumenti offerti da Hootsuite e tecniche di Social Customer Care per intercettare in modo proattivo le domande dei Prospect (clienti potenziali). Sono inoltre approfonditi tutti gli aspetti relativi alla profilazione degli utenti e monitoraggio statistico dell’impatto della comunicazione su un brand. Nelle precedenti edizioni ai partecipanti è risultato particolarmente interessante l’analisi delle conversazioni geolocalizzate (in particolare su Instagram) e le tecniche per effettuare indagini di mercato pre concept – oppure lancio – di prodotto.

La certificazione basata sui moduli della Hootsuite University è il coronamento del corso intensivo insieme all’inserimento degli studenti certificati nella Directory degli Hootsuite Certified Professional di Roma.

Perché un esperto di Brand Management deve sapere di social media management?
5 motivi alla base della Hootsuite Certification al Master IED in Brand Management

Ci sono vari motivi per cui una figura esperta di Brand Management deve sapere gestire le conversazioni che avvengono sui canali social e deve sapere coordinarsi in un social media team:

  1. Perché il marketing è basato sullo storytelling e sullo storymaking
  2. Perché le persone integrano brand e prodotti nel loro contesto e stile di vita in maniera sempre più proattiva, anche grazie agli strumenti di social networking
  3. Perché i brand devono essere parte del racconto (storytelling) e ciò avviene solo attraverso il contatto con le consumer community
  4. Perché gli strumenti di social networking sono un canale di Customer Care e il Customer Care è fondamentale per fidelizzare
  5. Perché monitorando le conversazioni, ogni brand può essere migliorato al fine di risultare più vicino alle esigenze della consumer community

Questi motivi sono alla base della scelta da parte del Master IED in Brand Management di inserire come materia di studio sin dall’AA 2012-2013 la Certificazione Hootsuite.

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > 06 70612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni

Il resoconto di Brand @ Work 2016

Sabato 9 aprile, presso l’aula Magna dell’Istituto Europeo di Design di via G. Branca, si è tenuta l’edizione 2016 dell’evento Brand @ Work, in cui gli studenti del Master IED in Brand Management and Communication hanno presentato i project work di fine corso.

L’incontro ha avuto inizio con i saluti di apertura di Laura Scamardì, coordinatrice dell’area master di IED Roma, che ha ringraziato gli studenti partecipanti e il pubblico, oltre ai due coordinatori Alessandra Colucci e Vincenzo Bernabei, illustrando ai presenti quanto il loro impegno abbia contribuito al raggiungimento di risultati costruttivi e favorevoli per il Master, giunto ormai alla quinta edizione.
Alessandra Colucci ha inoltre evidenziato quanto questo percorso didattico sia proficuo per la formazione di figure professionali complete, nonché adattabile a background accademici e profili in entrata di diversa natura.

A conclusione del discorso introduttivo, gli studenti, suddivisi in tre team, hanno esposto i piani di branding sviluppati durante il corso dell’anno per altrettante aziende. Durante e dopo le presentazioni, Vincenzo Bernabei ha coordinato gli interventi e raccolto i commenti entusiasti di Camilla Carrega Bertolini (Academic Programs Coordinator di Gambero Rosso), Patrizia Melani Marincovich (Presidente del Premio Marincovich) ed Elisa Marino (Responsabile Comunicazione e Marketing di Nuna Lie).

Piano di branding per la Food and Wine Accademy del Gambero Rosso

Hector Cardenas, Emanuela Marchetti e Ana Zaccaro hanno sviluppato un piano strategico per la Food and Wine Accademy del Gambero Rosso, un’organizzazione specializzata nella formazione in ambito enogastronomico. Il project work mira allo sviluppo di strategie di comunicazione finalizzate a dare visibilità al brand, soprattutto per la parte di attività focalizzate sul settore enologico. Qualità, eccellenza, internazionalità, professionalità e Made in Italy sono i valori su cui punta l’intero lavoro.

Piano di branding per il Premio Marincovich

Francesca Coppola e Francesca Mione si sono occupate di progettare il lancio dell’ottava edizione del Premio Marincovich, premiazione giornalistico-letteraria sulla cultura del mare. Le strategie proposte sono volte al raggiungimento di una maggiore visibilità dell’iniziativa, allo sviluppo di un piano di comunicazione efficiente e d’appeal e alla descrizione di un format dell’evento di premiazione, il tutto nel rispetto dei valori e della tematica di riferimento del brand.

Piano di branding e attività commerciale per Nuna Lie

Katia Ingegneri, Raffaella Locascio e Jessica Roncatti hanno progettato un piano di comunicazione per Nuna Lie, emergente marchio del fast fashion femminile, sviluppato principalmente sul territorio nazionale. Il progetto realizzato propone soluzioni dettagliate di branding, dalle attività promozionali all’ideazione di format per eventi legati all’azienda. La finalità è di accrescere la visibilità del brand, rendendolo distintivo sul mercato di riferimento e migliorando la sua comunicazione con il target identificato.

Al termine delle presentazioni, i partecipanti hanno potuto intrattenersi gustando degli appetizer, tra cui i prodotti tipici del territorio laziale offerti da Valle Santa, sponsor tecnico dell’evento.

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > 06 70612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni

9 aprile: Brand @ Work 2016 [presentazione project work]

Il prossimo 9 aprile gli studenti del Master IED in Brand Management and Communication, a conclusione della quinta edizione del corso, presenteranno al pubblico e ai referenti aziendali i project work sviluppati dalle case history a loro assegnate. Brand @ Work 2016 si terrà dalle ore 10 presso l’Aula Magna IED di via Giovanni Branca 122.

Brand @ Work 2016Il brand va al di là del marchio che lo esprime e si riferisce a un complesso valoriale volto a raggiungere il target di riferimento e i suoi cambiamenti. Una solida brand identity si costruisce quindi sull’esperienza che il pubblico ha del brand stesso e si distingue dalle marche competitor, grazie al proprio vantaggio competitivo.

A partire da questo assunto, l’evento Brand @ Work 2016, ormai appuntamento fisso tra il mondo professionale e quello formativo, sarà un momento d’incontro in cui i progetti elaborati sono il risultato di un percorso nato dalle esigenze delle aziende partecipanti, per arrivare a delle soluzioni utili e immediatamente applicabili, attraverso una metodologia fondata su un processo analitico seguito da proposte strategiche.

La classe, suddivisa in tre team, ha progettato un piano di branding per altrettanti clienti: Nuna Lie, marchio italiano di fast fashion, Premio Marincovich, riconoscimento giornalistico-letterario sulla cultura del mare e Food and Wine Academy del Gambero Rosso, divisione dedicata alla formazione del famoso editore enogastronomico.

PROGRAMMA

Ore 10:00 Accoglienza e saluti di Antonio Venece, School Manager di IED Roma.
Ore 10.30 Introduzione di Alessandra Colucci, coordinatrice del Master in Brand Management and Communication.

Presentazione dei project work

Piano di branding per Nuna Lie, azienda di moda donna.
A cura di Katia Ingegneri, Raffaella Locascio e Jessica Roncatti.

Piano di branding per il Premio Marincovich, premiazione giornalistico-letteraria sulla cultura del mare.
A cura di Francesca Coppola e Francesca Mione.

Piano di branding per la Food and Wine Academy del Gambero Rosso, editore multimediale enogastronomico.
A cura di Hector Cardenas, Emanuela Marchetti e Ana Zaccaro.

Modera l’incontro Vincenzo Bernabei, coordinatore del Master in Brand Management and Communication.

Al termine delle presentazioni, s’invitano i partecipanti a gustare degli appetizer. Tra questi i prodotti tipici del territorio laziale offerti da Valle Santa, sponsor tecnico dell’evento.
L’evento potrà essere seguito anche attraverso il live tweeting: #BW16

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > 06 70612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni

Brand @ Work 2015 [resoconto]

Sabato 7 febbraio si è tenuto l’evento BRAND @ WORK 2015 dove gli studenti della quarta edizione del Master IED in Brand Management hanno presentato i project work aziendali, branding plan basati sull’applicazione del metodo progettuale appreso durante il corso.

Durante l’incontro i rappresentanti delle organizzazioni committenti – World Food Programme, Elpack, Useit e Università della Cucina Mediterranea – hanno avuto modo di apprezzare le competenze acquisite dagli studenti durante il Master IED in Brand Management, assistendo alla presentazione dei piani di branding messi a punto per loro.

I lavori sono stati aperti da Alessandra Colucci, coordinatrice del Master, la quale ha brevemente presentato la metodologia progettuale trasmessa agli studenti durante l’anno di corso, ricordando obiettivi formativi e struttura didattica del Master IED in Brand Management.
Vincenzo Bernabei, altro coordinatore del Master, ha moderato il dibattito, presentando di volta in volta i project work alla rispettiva committenza e agevolando il confronto tra gli studenti e i rappresentanti delle organizzazioni. Molti i temi trattati: la personalizzazione dell’attività consulenziale, la creatività necessaria nella definizione di strategie, gli approcci più innovativi come quello dell’ambient marketing e quelli oramai più consueti come l’uso degli strumenti di social networking. Aziende e organizzazioni “clienti” si sono detti tutti più che soddisfatti del lavoro svolto e della puntualità di analisi e soluzioni prospettate.

Di seguito, un focus sui piani di branding protagonisti di Brand @ Work 2015 e i link ai materiali di riferimento.

World Food Programme [Italia] – Piano di branding e strategie di comunicazione
a cura di Cristina Ascone, Claudio Cimino e Marco Mirko Nani

Il World Food Programme è la più grande agenzia umanitaria delle Nazioni Unite, nata come progetto pilota della FAO nel 1962; ha sede a Roma e attualmente opera in più di 75 Paesi. La sua mission è quella di portare il cibo nei luoghi in emergenza e garantire il sostentamento alimentare affinché le popolazioni beneficiarie ritornino a essere autosufficienti, recuperando la dignità persa.
Il piano strategico per il WFP si sviluppa a partire dalla definizione della pronuncia dell’acronimo e dall’acquisizione di notorietà per questa come per il marchio dell’agenzia, ancora poco conosciuto. In particolare si è lavorato sulla strutturazione della linea editoriale dell’organizzazione, servita da guida per la riorganizzazione dell’identità coordinata e della comunicazione. Tra le strategie proposte al World Food Programme, al fine di diffondere i suoi valori di brand, la ricerca di testimonial, l’organizzazione di eventi e campagne di ambient marketing e nuovo materiale didattico per le scuole. Infine un focus specifico è stato dedicato al fundraising da ampliare grazie a partnership con teatri e musei e la creazione di un ecommerce.

Piano strategico per UCMed – Università della Cucina Mediterranea
a cura di Fabio Boninu, Daniela Canu e Alessandro Grassi

UCMed – Università della Cucina Mediterranea, centro di alta formazione culinaria con sede a Sorrento, nasce nel 2009 con l’obiettivo di diffondere la cultura enogastronomica. In sede di briefing è emersa la volontà della scuola di acquisire più visibilità sulla scena nazionale mediante un posizionamento identitario forte ed esclusivo che permetta di raggiungere un maggiore numero di iscritti e stringere nuove partnership.
Il piano di branding si è concentrato pertanto sulla definizione di nuove strategie di marketing e comunicazione per l’utilizzo di strumenti online e offline. A partire dalla creazione di una guideline del marchio, dal restyling dell’identità coordinata e dalla selezione di nuovi gadget, il focus del lavoro si concentra sul proporre una rivisitazione delle modalità di gestione dei social network, dei contenuti audiovisivi, del sito web e blog, nonché sull’organizzazione di un Open Day di presentazione dell’offerta formativa dell’istituto.

Branding Plan per Elpack
a cura di Rachele Cacciani, Adriano Starace e Denise Vumbaca

Elpack S.p.A. è un’azienda che da oltre 30 anni distribuisce soluzioni per il networking e il packaging aziendale. La volontà di migliorare la comunicazione del brand e di internazionalizzare la marca sono state le linee guida nello sviluppo del progetto.
Il piano strategico elaborato per il brand Elpack propone strategie volte a ridefinire l’identità visuale e valoriale dell’azienda, migliorarne e rafforzarne la visibilità online e offline, nonché facilitarne la presenza sui mercati internazionali. Per accrescere l’awareness della corporate si è focalizzato sul restyling degli strumenti di comunicazione online già in uso e sulla creazione di account social media. A tali soluzioni è stata associata la realizzazione di una campagna pubblicitaria con l’obiettivo di esprimere alcuni dei valori aggiunti di Elpack in modo meno formale e maggiormente d’appeal rispetto agli attuali standard.
Tra le strategie presenti nel piano, anche soluzioni atte a rafforzare e incrementare le pubbliche relazioni, ampliando il portfolio clienti e partner. Nella parte conclusiva del progetto, in particolare, l’ambito riferito a Design e Architettura è stato presentato al brand Elpack come importante risorsa di ampliamento per l’acquisizione di nuovi sbocchi di mercato.

Branding Plan for Useit: identity | activities | tools
a cura di Giorgia Marini, Angelo Musto e Antonia Silvestro

Useit è una piattaforma di renting peer-to-peer, online da gennaio 2014, e offre ai suoi utenti la possibilità di mettere o prendere a noleggio, senza l’applicazione di commissioni, diverse tipologie di beni, servizi e competenze personali.
L’idea da cui nasce questa start-up è quella di ridare valore al patrimonio dormiente, fatto di oggetti e risorse inutilizzati, condividendoli all’interno di una community virtuale, la quale favorisce non solo lo scambio di beni ma anche l’interazione tra gli utenti, come vuole la sharing economy.
Basandosi sui punti di forza di Useit e su ciò che la differenzia dai competitor, il piano di branding si pone come obiettivo principale quello di ampliare il bacino di utenza della piattaforma. Le strategie elaborate sono volte al coinvolgimento del pubblico mediante attività basate sul concetto di gamification, oltre che al restyling degli strumenti di social networking, all’organizzazione di eventi e iniziative offline finalizzate al rafforzamento dell’interazione diretta tra i membri stessi della community, oltre che tra il brand e il suo target di riferimento.

Leggi anche le informazioni sul master, il programma e i suoi docenti.

Per info sul master:
tel. > +39 0670612111
e-mail > master@roma.ied.it
sito > iedmasterbrandmanagement.com
form > richiesta informazioni